Chi Siamo

Dalla produzione…alla vendita diretta!

Un impianto serricolo di 10.000 mq che nel 2001 passa dalla coltivazione di gerbere a quella del basilico. Da allora l’azienda si è sempre evoluta grazie all’utilizzo di nuove tecniche di coltivazione, investendo su di un processo di produzione automatizzato, che va dal controllo del seme (utilizziamo solamente seme di basilico Genovese compatto e foglia piccola), fino alla distribuzione nei supermercati, ristoranti e rivendite alimentari. Il Basilico G&G, grazie alla sua coltivazione nell’alveolo di terra, è un prodotto di alta qualità; inoltre questo tipo di coltivazione offre una maggiore durata della sua freschezza: per questo motivo noi lo chiamiamo “Basilico Vivo”.

Basilico Genovese è il nome di un prodotto ortofrutticolo Italiano a Denominazione di Origine Protetta. Questo prodotto è rinomato per la sua qualità particolarmente indicata per la preparazione del classico pesto, il condimento tipico della cucina ligure adatto a confezionare uno svariato numero di piatti e speciali tartine e focaccette.


Le nostre certificazioni:

Global GAP

GLOBAL G.A.P. (Good Agricultural Practices) è uno standard internazionale che riassume i requisiti base delle Buone Pratiche di Lavorazione Agricola e si rivolge proprio ai produttori di alimenti freschi e non trasformati, di origine vegetale. Lo standard, nato per volonta delle principali GDO europee nel ’97 col nome di EurepGAP, si basa su principi cardine di: Sicurezza alimentare, Protezione ambientale, Salute e sicurezza sul lavoro. Lo standard chiede alle aziende di adottare e dimostrare pratiche di coltivazione sicure, sane e sostenibili. Agli agricoltori viene richiesto di limitare l’uso di agenti chimici e pesticidi, di razionalizzare lo sfruttamento dell’acqua e delle risorse naturali, di tutelare il benessere dei propri lavoratori, di adottare tecniche produttive che riducano l’impatto sull’ambiente.

BIO

L’Agricoltura Biologica è un sistema globale di produzione agricola che privilegia la gestione razionale delle risorse interne all’azienda a salvaguardia dell’agroecosistema in tutti i suoi aspetti. È un metodo di produzione disciplinato a livello nazionale, europeo ed internazionale sia sul piano legislativo che volontario. In Europa e in Italia è regolamentato principalmente dal Regolamento CE 834/07. Un’azienda per poter entrare in questo circuito produttivo virtuoso deve obbligatoriamente assoggettarsi ad un regime di controllo e deve essere certificato da organismi riconosciuti dal Ministero dell’Agricoltura.